Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 cose da Sapere prima di prendere la Pillola Anticoncezionale

5 cose da Sapere prima di prendere la Pillola Anticoncezionale, il farmaco che 100 milioni di donne assumono tutti i giorni nel mondo, a volte anche senza informarsi di quello cui potrebbero andare incontro. Quella che un po’ confidenzialmente viene chiamata semplicemente pillola è la soluzione perfetta dal punto di ...

di Daniele Lisi

06 Agosto 2014



Pillola5 cose da Sapere prima di prendere la Pillola Anticoncezionale, il farmaco che 100 milioni di donne assumono tutti i giorni nel mondo, a volte anche senza informarsi di quello cui potrebbero andare incontro. Quella che un po’ confidenzialmente viene chiamata semplicemente pillola è la soluzione perfetta dal punto di vista della praticità, perché consente alla donna, ma anche all’uomo, di non dover usare alcun altro accorgimento, nessuna attenzione particolare per evitare un concepimento indesiderato o inopportuno, di dedicarsi completamente all’amore senza alcuna remora, nella massima spontaneità, senza quindi doversi controllare nel momento topico del rapporto. Una completa liberazione in tutti i sensi, quindi, che rappresenta un innegabile valore aggiunto a qualsiasi rapporto che altrimenti potrebbe vivere di momenti un po’ meno spontanei in cui è necessario esercitare un certo autocontrollo.  Il problema però è rappresentato dal fatto che non tutte conoscono bene il farmaco, sanno come agisce,  sono informate sulle possibili controindicazioni e anche su quando e perché potrebbe essere necessario farne a meno.

In tutti i casi si tratta di un farmaco, quindi niente di completamente naturale, per cui è bene conoscerne le caratteristiche e tutto ciò che un suo uso ripetuto, perché lo si utilizza in modo continuativo, potrebbe comportare. La prima cosa da fare è anche la più ovvia, ovvero consigliarsi con il proprio medico o con il ginecologo, per poter valutare i pro e i rari contro e quindi scegliere quale potrebbe essere quella più adatta in base alla propria condizione fisica e alle proprie esigenze. Naturalmente non basterà solo parlare con il medico, ma sarà anche necessario fare tutte le analisi di rito, quelle che prescriverà il ginecologo, il professionista più adatto a gestire la situazione. Solo dopo aver avuto il via libera dallo specialista, e sempre dietro suo consiglio e prescrizione, si potrà iniziare a farne uso. In tutti i casi, ecco alcune cose che è bene sapere sulla pillola, anche se già il medico per primo sarà ad indicarle alla paziente.

PillolaLa pillola viene sospesa durante il ciclo e va ripresa sempre e in tutti i casi all’ottavo giorno, anche se il ciclo non  è scomparso del tutto.

La pillola non è infallibile, nel senso che la sua efficacia potrebbe in qualche modo essere ridotta dal alcuni altri farmaci che potrebbero esser assunti per varie ragioni. Si tratta degli antibiotici, antiepilettici, tranquillanti, corticosteroidi, antidepressivi, antimicotici e antivirali, tutti farmaci che possono interferire con la pillola e ridurne quindi anche significativamente l’effetto anticoncezionale. Quindi, in questi casi, è necessario proteggersi con altro presidio terapeutico come il profilattico, altrimenti si corre il rischio di dover affrontare una gravidanza non messa in conto o indesiderata, quale ne sia la motivazione.

La pillola anticoncezionale va presa rispettando rigorosamente i tempi, perché la puntualità ne accresce l’efficacia. Se si sa di essere distratte, se si pensa di avere problemi a rispettare rigorosamente giorni e orari, è meglio scegliere qualche altro anticoncezionale, scegliendo tra quelli che non ne richiedono un  utilizzo praticamente quotidiano.

La pillola non fa ingrassare, e questo è assodato. Il gonfiore a volte caratteristico che si accompagna all’utilizzo della pillola non è dovuto alla ciccia, bensì alla ritenzione idrica, per cui la soluzione più semplice da Pillolaadottare è quella di bere molto o di scegliere alimenti dalle proprietà diuretiche, così da eliminare il problema.

Il dubbio, o meglio, il timore che durante il periodo di sospensione di 7 giorni, coincidente con il ciclo, si possa restare incinta è del tutto infondato. Durante quei giorni si è comunque coperte, la funzionalità della pillola è garantita, per cui nessuna paura. Basta solo ricordarsi di riprenderla puntualmente all’ottavo giorno.

Leggi anche

Seguici