Questo sito contribuisce
all'audience di

Cattive abitudini che sottovaluti quando sei giovane ma fanno ingrassare

Alcune cattive abitudini giovanili, così come alcune false convinzioni, possono nel tempo far perdere il controllo del peso corporeo.

di Daniele Lisi

01 Agosto 2014



PastaVi sono alcune cattive abitudini che da giovani si sottovalutano, ma che fanno ingrassare, che rientrano nello stile di vita della maggior parte degli adolescenti, ma anche dei giovani di età compresa tra i 20 e i 25 anni. Una ricerca un po’ datata, mai successivamente smentita, aveva dimostrato che i ragazzi che in età adolescenziale, ma anche quelli  di età compresa tra  gli 8 e i 10 anni,  sono tendenzialmente rotondetti, che insomma  perdono facilmente il controllo del peso corporeo, una volta adulti, anche se poi sono riusciti a ritornare nel peso forma, avranno la tendenza, per tutta la vita, a mettere su qualche chilo di troppo, se non proprio  alla minima trasgressione, ma sicuramente quando queste sono un po’ più frequenti, cosa che invece con i loro coetanei longilinei non avviene, o avviene molto più raramente. Ecco quindi che lo stile di vita, e in questo ovviamente è compreso anche il regime alimentare, non va affatto trascurato sin dalla tenera età, tanto è vero che l’Organizzazione Mondiale della Sanità, OMS, ha da tempo lanciato l’allarme circa il problema, sempre più diffuso, dell’obesità infantile.

Ne consegue che è assolutamente necessario che i genitori  tengano d’occhio i propri figli sin da piccoli, che li educhino ad una sana alimentazione, altrimenti rimettere le cose a posto in un momento successivo, potrebbe risultare particolarmente difficile. Cominciamo con il considerare l’attività fisica che, come è ormai noto ai più, fa bene alla salute e aiuta a mantenersi i forma. Il problema è che a volte si pensa che, avendo praticato un po’ di jogging, o avendo trascorso alcune ore in palestra,  sia possibile poi dare l’assalto al frigorifero, o mangiare qualcosa più del necessario, cosa che alla fine vanificherebbe del tutto quello di buono che l’attività fisica aveva prodotto.  Quindi, certamente attività fisica, ma anche alimentazione corretta ed equilibrata.

bere caffèBere troppi caffè, a volte non se ne può fare a meno, tuttavia è bene  sapere che la caffeina stimola la produzione di cortisolo, l’ormone dello stress, che spinge a mangiare di più, decisamente più del necessario. Senza contare che poi il caffè solitamente lo si beve zuccherato, sono pochi gli intenditori, come si definiscono loro, che lo bevono amaro, per cui il troppo glucosio aiuta a mettere su dei chili di troppo, che poi alla fine, se non affrontati nel giusto modo, continueranno inevitabilmente ad aumentare, perché una volta innescato il meccanismo dell’aumento ponderale, è difficile fermarlo, ed ancor di più invertire la tendenza.

Si pensa che gli alimenti dietetici  possano essere consumati senza problemi. Non è affatto così, per una serie di motivi, cui spesso non si da troppo peso. Visto che vengono giudicati benefici per l’organismo, si ha la tendenza ad assumerne troppi e non si fa attenzione al fatto che, la quasi  totalità, contiene zuccheri, sciroppi e grassi che tutto sono fuorché dimagranti. Paradossalmente chi consuma bevande dimagranti è soggetto ad un aumento del 70% del giro vita rispetto a coloro che invece non ne fanno uso, e questo è stato dimostrato da una serie di recenti ricerche.

A volte si fa un uso inappropriato di integratori e vitamine, questo per avere un bel fisico scolpito e una massa muscolare di tutto rispetto, con la speranza così di far colpo sulle ragazze o sui ragazzi, anche se poi ciò che conta è tutt’altra cosa. Bisogna essere consapevoli che, il ricorso agli integratori, Bilanciarichiede poi  una attività fisica continuativa, non occasionale, altrimenti si corre il rischio di mettere su pancia.

Saltare la colazione. Lo si va dicendo ormai da diverso tempo su queste pagine che la colazione del mattino è fondamentale, è il pasto più importante della giornata, e non andrebbe mai saltato, e che va fatta chiaramente assumendo gli alimenti corretti. Non fare colazione al mattino vuol dire dare fondo a quelle poche energie che sono avanzate, per cui il rischio di arrivare  all’ora di pranzo troppo affamati è un rischio reale, con tutto ciò che questo comporta.

Leggi anche

Seguici