Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Fare il pieno di Potassio per combattere la stanchezza con il Caldo

Una carenza di potassio può determinare la comparsa di una serie di disturbi, anche gravi, come problemi cardiovascolari.

di Daniele Lisi

30 Luglio 2014



Fare il pieno di Potassio per combattere la stanchezza con il Caldo,  perché si tratta di un elemento indispensabile per l’organismo, senza poi contare  che i suoi effetti benefici non sono solo questi.  Se non si assume la giusta, o almeno, sufficiente quantità di potassio, si possono manifestare diversi disturbi e anche qualcosa d’altro che poi solo disturbi non sono. Infatti, il potassio è amico del cuore, e una sua mancanza o anche solo insufficienza, espone  al rischio di incorrere in problemi cardiovascolari. Altri disturbi possono essere stanchezza, ritenzione idrica, sonno eccessivo, dolori muscolari, per cui è bene fare in modo che non manchino mai in tavola alimenti  ricchi di tale sostanza.  È importante quindi sapere quali sono gli alimenti che ne contengono in quantità maggiore per poterli quindi assumere con una certa frequenza, per evitare appunto che il livello di potassio nell’organismo scenda sotto determinati parametri. Alcuni sono noti da tempo, come ad esempio le banane, che vengono considerate una vera miniera di potassio, ma ve ne sono anche altri che sono in grado di fornirne la stessa quantità.

L’alimentazione è alla base della buona salute, lo si va dicendo da tempo su queste pagine, così come anche altre fonti di informazioni stanno affrontando l’argomento sempre più frequentemente, tuttavia ribadire quali sono gli alimenti  da prendere in considerazione, potrà  certamente essere utile ai distratti o a coloro che hanno  perso traccia di quanto forse hanno letto o sentito in altra occasione. Partiamo per questa carrellata proprio dalle banane che , come detto prima, sono una vera miniera di potassio, alleate della salute del cuore, regolano la pressione, proteggono lo stomaco, potenziano le difese immunitarie, sono un vero toccasana per l’organismo in genere. È noto che alcuni sportivi come i tennisti che devono sostenere un impegno agonistico che a volte si protrae anche per alcune ore, nei brevi intervalli mangiano qualche pezzetto di banana  proprio per tenere alto il livello di potassio nell’organismo.

PaprikaIl ketchup, la nota salsa preparata con pomodoro, aceto, zucchero e spezie con cui si condisce un po’ di tutto,  è contrariamente a quanto si creda, uno degli alimenti più ricchi di potassio, quindi non deve essere considerato solo un semplice condimento. Il suo apporto calorico è decisamente di basso-medio livello, inoltre non è particolarmente ricco di grassi.

La paprika, la nota spezia che si ricava dalla macinazione dei semi e della polpa di svariati tipi di peperoncino secco è anch’essa ricca di potassio. Ne esistono diverse specie, anche una paprika dolce. Può essere utilizzata per insaporire le pietanze al posto del pepe o del classico peperoncino.

I pomodori secchi, e in particolare quelli ripieni, sono una vera fonte di sostanze eccellenti per l’organismo, oltre ad essere particolarmente energizzanti. Sono facili da preparare e, oltre tutto, sono anche particolarmente buoni, per cui mangiarli con una certa frequenza è anche un piacere per il palato.

L’origano, a volte troppo spesso ignorato, è invece una fonte di tante ottime proprietà, oltre naturalmente che di potassio. È antisettico, quindi combatte le infezioni, analgesico, ottimo contro i dolori, per cui aiuta ad alleviare i malesseri intestinali e, inoltre, facilita la digestione.

I fagioli neri, fonte eccellente di vitamine, Sali minerali, potassio, fosforo, ferro, calcio, zinco e proteine, sono un toccasana per la salute. Inoltre sono Pistacchieccellenti, anche se per alcuni potrebbero essere indigesti; ma nessuna paura, basta passarli ed eliminare quindi la buccia, e il problema è risolto.

I pistacchi, un tempo considerati, al pari della maggior parte della frutta secca, un problema per la salute, si sono invece rivelati essere esattamente l’opposto. Infatti, oltre al contenuto di potassio, sono costituiti per la maggior parte da grassi monoinsaturi, quindi in grado di combattere il colesterolo, il nemico delle arterie e del cuore.

Leggi anche

Seguici