Questo sito contribuisce
all'audience di

Fare il Bagno in Mare dopo Mangiato si può. I consigli del Medico

Estate, tempo di mare, bagni al mare e divertimento. Un dubbio secolare.....si può fare il bagno dopo aver mangiato? Ecco i consigli del medico

di Redazione

27 Luglio 2014



Durante l‘estate è un rito tramandato di generazione in generazione che, dopo mangiato, sia necessario attendere almeno due ore prima di farsi il bagno in mare. Oggi questa regola viene spazzata via dalle affermazioni del Dottor Alberto Ferrando che ha rilasciato un’intervista molto precisa a Tgcom 24. Il medico ha evidenziato che soltanto nel nostro Paese si aspetta che venga completata la digestione e che, tuffarsi dopo mangiato non è pericoloso se si rispettano alcuni accorgimenti.

Il consiglio di fare il bagno anche se si è assunto qualcosa di leggero, è valido anche per i più piccoli.

Per fare il bagno in mare dopo mangiato senza conseguenze è bene non aver ingerito cibi eccessivamente ricchi e non aver fatto uso di alcolici. Inoltre, bisogna bagnarsi lentamente e, se si è stati per tanto tempo sotto il sole, è opportuno non buttarsi subito in acqua. Il mito del tempo della digestione è poi particolarmente inesatto nei Paesi del Mediterraneo dove, durante l’estate, l’acqua raggiunge temperature piuttosto elevate.

Il Dottor Ferrando ha voluto sottolineare che le cause di morte in acqua sono determinata da altri problemi, come per esempio non prestare attenzione alle attività dei bimbi molto piccoli oppure tuffarsi in mare senza aver mai imparato a nuotare. Onde evitare brutti incidenti bisogna tenere d’occhio i più piccoli sia mentre si divertono in spiaggia che quando sono nei pressi di una piscina, purtroppo non sono rari i casi di bambini che cadono inavvertitamente rischiando gravissime conseguenze.

Un altro elemento da non trascurare è il consumo di alcolici e superalcolici che vengono bevuti in grande quantità anche al mare. Queste sostanze, molto consumate dai giovani, altera le percezioni e possono essere alla base di malori con esiti anche letali.

Per evitare tragedie in acqua è opportuno imparare a nuotare bene e qualora non sia esperti è meglio evitare fiumi e altri corsi d’acqua dove sono spesso presenti forti correnti. Inoltre, non bisogna dimenticare mai di dotare le imbarcazioni del numero di giubbotti di salvataggio obbligatori.

Leggi anche

Seguici