Questo sito contribuisce
all'audience di

 

7 utili Regole per risparmiare e soprattutto non sprecare Cibo

Vuoi risparmiare? Ecco le regole principali per risparmiare il cibo e non sprecare

di Redazione

22 Luglio 2014



I dati relativi al cibo sprecato quotidianamente sono sorprendenti. La Fao ha calcolato che la quantità di cibo sprecato ogni anno si aggira attorno a 1.3miliardi di tonnellate. Si tratta di uno spreco enorme perchè, questi alimenti potrebbero essere riutilizzati per sfamare i milioni di indigenti che si trovano in tutto il mondo. Ognuno di noi può fare la sua parte, imparando a non sprecare il cibo con facili accorgimenti.

Ecco dunque 7 regole per risparmiare e non sprecare gli alimenti.

1 Data di scadenza. Se la dicitura è “preferibilmente entro” significa che quel cibo può ancora essere consumato anche dopo la data di scadenza. L’importante è valutare che non si presenti alterato, che non emani un cattivo odore e non abbia segni di muffe o marciume. Anche gli alimenti che hanno una data di scadenza perentoria, nella maggioranza dei casi, si conservano ancora un pò. La pasta, il tonno ma anche il riso o i pelati sono ancora commestibili dopo circa sei mesi; invece, è opportuno rispettare la data per il pesce, le uova, la carne ed i latticini freschi. In tutti i casi bisogna verificare che non vi siano insetti o cattivi odori.

2 Spesa. Quando si va a fare la spesa bisogna rispettare la lista della spesa e le proprie necessità. Evitate di acquistare grandi quantità di cibi, soprattutto se avete una famiglia poco numerosa; inoltre, controllate sempre la data di scadenza. Per quanto riguarda prodotti deperibili e freschi, come lo yogurt, le uova ed il latte, scegliete quelli con una scadenza più lontana.

3 Ordine. Periodicamente bisogna ordinare sia il frigorifero che la dispensa, in modo da mettere in evidenza il cibo che sta per scadere. E’ opportuno effettuare questa operazione prima di andare a fare la spesa, in modo da non acquistare doppioni.

4 Conservare. Le confezioni aperte, come quelle dei biscotti, delle spezie o dei cereali devono essere ben chiuse dopo ogni utilizzo; è possibile travasare gli alimenti in scatole con chiusura ermetica oppure ricorrere a pinzette ad hoc. Questi stratagemmi preservano le qualità degli alimenti e ci aiutano a farli durare più a lungo.

5 Regalare. Può capitare a tutti di acquistare un alimento per sbaglio oppure di ricevere un dono che non ci piace o non possiamo mangiare. In questo caso, la giusta soluzione per non sprecare è regalare il prodotto ad un ente benefico, alla mensa della parrocchia oppure a qualche amico che possa apprezzare.

6 Freezer. Il freezer è un grande alleato contro lo spreco alimentare. Se dopo il pasto dovesse avanzare qualcosa, è sufficiente trasferirlo in un recipiente dotato di coperchio, indicare il contenuto e congelare. E’ fondamentale che il cibo sia completamente freddo e che venga comunque consumato entro un certo periodo; per ogni alimento esiste una tabella riportata in tutti gli elettrodomestici.

7 Cucinare. Gli avanzi possono costituire la base di golose ed economiche ricette del riciclo; con la carne si possono realizzare polpettoni, farce per torte salate o pasta fresca . Invece, la pasta ed il riso possono essere ripassati in padella, trasformati in frittate o in ripieno per verdure e torte salate.

Leggi anche

Seguici