Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Come perdere Peso con piccoli accorgimenti quotidiani

Perdere un paio di chili nell'arco di una settimana non è una cosa impossibile, bastano una sana alimentazione e un po' di attività fisica.

di Daniele Lisi

19 Luglio 2014



Frutta e verduraPerdere peso, il problema che affligge molti, e che spesso viene affrontato nel modo sbagliato. Questo accade quando si decide di adottare delle diete particolari, iperproteiche o iper qualche altra cosa, diete che promettono molto, qualche volta lo mantengono anche, ma che hanno proprio nella loro particolarità il loro limite maggiore.  A parte il fatto che la maggior parte di queste diete possono, nel lungo periodo, rappresentare un rischio per la salute tanto è vero che gli stessi ideatori mettono in evidenza alcune controindicazioni, il problema è che essendo molte volte troppo restrittive, con troppi alimenti esclusi e troppo pochi consentiti, diventano difficili da seguire e, in molti casi, vengono abbandonate. Perdere peso rapidamente è possibile, anche senza fare troppi sacrifici alimentari, ma pensare di passare da uno stato di evidente sovrappeso  ad una condizione praticamente opposta, è un sogno che nemmeno una bacchetta magica, se mai dovesse esistere, sarebbe in grado di realizzare. Perdere qualche chilo nell’arco di una settimana, 2-3 chili tanto per intenderci e non di più, è un obiettivo possibile, ma questo non significa che in un mese se ne possano perdere 10-15.

Per raggiungere l’obiettivo sono necessarie due cose fondamentali: un regime alimentare sano ed equilibrato e la giusta dose di attività fisica di tipo aerobico, altro non serve.  Ovviamente stiamo parlando di situazioni gestibili, quindi sovrappeso più o meno evidente, non certamente di obesità che, per essere risolta, va affrontata con l’aiuto di uno specialista. La prima cosa da fare è bere molta acqua perché così si stimola la diuresi e ci si libera di tutte le scorie dell’organismo,  e inoltre ci si libera del gonfiore. Se si avverte un languorino, invece di mangiare uno snack, meglio bere un bicchier d’acqua; si avvertirà un senso di sazietà e al tempo stesso ci si libera di tutto ciò che non serve. Una soluzione potrebbe anche essere quella, altre volte citata su queste pagine, di bere il succo di un limone sciolto in un bicchier d’acqua tiepida di primo mattino; stimola la diuresi ed essendo anche il limone ricco di fibre, è saziante.

BereSe si vuole dare una accelerata al dimagrimento, fare una giornata di digiuno non serve, anzi non solo è dannosa per la salute ma determina anche un rallentamento del metabolismo con conseguente minore consumo di calorie. Un metabolismo più rapido, invece, brucia di più, e quindi aiuta a perdere peso. Al posto del digiuno, quindi, meglio una giornata di alimentazione a base di frutta e verdura, sempre suddivisa rispettando la regola dei cinque pasti nell’arco della giornata, quindi prima colazione, spuntino di metà mattina, pranzo, merenda e cena leggera. La frutta e la verdura, oltre alle tante eccellenti sostanze di cui è ricca, quindi vitamine, Sali minerali, antiossidanti, sostanze antitumorali e altro ancora, è ricca di fibre, quindi saziante, e inoltre contribuisce a regolare le funzioni intestinali.

Evitare di bere bevande gassate che non solo gonfiano proprio perché gassate, ma essendo per lo più ricche di zuccheri, non fanno altro che aggiungere qualche mattoncino ad una vita già a mala pena tenuta a freno dalla cintura o, in estate, dal costume. In estate poi, meglio bevande a base di frutta, senza aggiunta di zuccheri, bevande ovviamente fai da te, quindi fatte in casa con la centrifuga o lo spremi agrumi.

L’attività fisica, poi, non va mai trascurata e oltre tutto il periodo estivo non Joggingfornisce alibi di alcun genere  che consentano di evitarla. Il tempo è bello e di primo mattino, periodo della giornata migliore rispetto alla sera, è possibile dedicarsi allo jogging, alla camminata veloce, alla cyclette e, perché no, al nuoto, visto che si è in estate. A parte il nuoto,  gli altri allenamenti vanno praticati almeno per 30-40 minuti tutti i giorni, avendo cura di indossare le scarpe adatte per evitare di incorrere in qualche infortunio e, in tutti i casi, sempre dopo aver consultato il proprio medico.

Leggi anche

Seguici