Questo sito contribuisce
all'audience di

 

7 validissimi motivi per bere Caffè

Il caffè, sempre se bevuto senza esagerare, in molte circostanze si rivela essere un vero amico della salute.

di Daniele Lisi

27 Giugno 2014



Bere caffè7 validissimi motivi per bere Caffè, perché non è affatto vero che la tazzina nazionale rappresenti un problema per la salute. Fino a qualche anno fa si sconsigliava di bere caffè, soprattutto ad alcune categorie di pazienti, ma poi la ricerca ha dimostrato che buona parte di queste raccomandazioni  si poggiavano su convinzioni non proprio esatte, più che altro su convinzioni che si erano consolidate nel tempo. Certamente, un soggetto che soffre di gastrite dovrebbe astenersi dal bere caffè in particolar modo a stomaco vuoto, tuttavia dopo un pasto normale, un goccio di caffè, come sul, dirsi, non dovrebbe danneggiare quasi nessuno. Ma a parte queste considerazioni, vi sono dei motivi per cui bere caffè può  addirittura rappresentare un vantaggio per la salute, per il nostro benessere, sempre che lo si faccia senza esagerare, perché alla fine sono sempre gli eccessi  i responsabili della maggior parte dei problemi che riguardano la salute.

Una delle situazioni in cui è sconsigliabile bere caffè, o almeno limitarne il consumo il più possibile, è in gravidanza, per il resto, sempre che non vi siano gravi patologie che lo sconsigliano, il caffè si rivela essere un amico della salute. Vediamo quando.  Bere il caffè a fine pasto aiuta a digerire. Questo perché la bevanda stimola la secrezione dei succhi gastrici, motivo per cui è di fatto sconsigliata totalmente a digiuno,  ma non solo, perché  grazie anche alle sostanze aromatiche che si formano durante la torrefazione che agiscono sulla motilità intestinale, il caffè può essere considerato un eccellente rimedio contro la stipsi, soprattutto poi se lo si beve al mattino alla fine di una abbondante colazione.

Bere caffèBere caffè aiuta a combattere la cellulite, e questa  è un’ottima notizia per le donne che sono a volte costrette a dover fare i conti con questo inestetismo che crea tanti problemi. La bevanda aiuta ad eliminare i liquidi in eccesso, ma  è possibile utilizzare anche i fondi di caffè per realizzare degli impacchi fai da te da applicare sulle zone maggiormente interessate dalla cellulite.

Il caffè combatte la depressione. Un recente studio ha dimostrato che la bevanda può essere considerata a tutti gli effetti una sostanza psicoattiva. Chi beve 4 o più tazze di caffè nell’arco della settimana, e sicuramente la maggior parte dei lettori ve ben oltre questo limite, si riduce sensibilmente il rischio di incorrere nella depressione.

Bere caffè stimola il cervello. Di fatto  migliora sensibilmente le performance intellettuali in quanto agisce da stimolante apportando degli evidenti benefici alla memoria e alle abilità intellettuali. In sostanza, la tazzina nazionale aiuta a concentrarsi, dà quella carica in più che spesso occorre per superare un momento di defaillance, e questa è una cosa ben nota a tutti.

Bere caffè fa dimagrire. La caffeina, come ormai dovrebbe essere noto a tutti, è di fatto un acceleratore del metabolismo, anche se poi dopo un certo lasso di tempo, l’organismo tende ad assuefarsi alla caffeina e quindi, perde in parte le performance ottenute. In tutti i casi, un metabolismo più sveglio consuma maggior energia e quindi tende a bruciare i grassi e, inoltre, migliora la resistenza muscolare, sempre che ovviamente lo si beva senza zuccherarlo.

Bere caffè rallenta l’invecchiamento. Questo perché si tratta di una bevanda ricca di antiossidanti, in grado quindi di contrastare i radicali liberi, i veri responsabili dell’invecchiamento cellulare, funzione che viene svolta in Cuore e caffèparticolar modo dagli acidi clorogenici.

Il caffè è amico delle donne. Recenti ricerche hanno dimostrato che bere caffè riduce sensibilmente la calcificazione coronarica nelle donne perché, molto probabilmente, contiene delle sostanze che sostituiscono gli estrogeni femminili e, al tempo stesso, riesce a ridurre sensibilmente gli effetti della menopausa, essendo in grado di ridurre significativamente i  livelli plasmatici di proteina C-reattiva.

Leggi anche

Seguici