Questo sito contribuisce
all'audience di

Dieta per abbassare il Colesterolo, ecco gli alimenti consigliati

Per abbassare il colesterolo è necessario bandire alcuni alimenti e dare spazio a cereali integrali, noci e vegetali ricchi di fitosteroli.

di Daniele Lisi

21 Giugno 2014



ColesteroloIl colesterolo, il nemico giurato delle arterie e quindi anche del cuore e di tutto il sistema cardiocircolatorio e vascolare, cervello  compreso. Praticamente è quasi sempre presente in tavola, anche perché purtroppo gli alimenti che ne contengono in maggiore quantità, sono solitamente anche i più gustosi, quelli che stuzzicano di più l’appetito e fanno letteralmente leccare i baffi.  Tutto questo, ovviamente, non fa altro che complicare le cose e, soprattutto,  rende difficile scegliere gli alimenti giusti, quelli ovvero parzialmente o totalmente privi di colesterolo. Va detto, ad ogni buon conto, che alcuni soggetti, pur con molta buona volontà, difficilmente potranno riuscire a tenerlo sotto controllo, anche seguendo una dieta attenta, condita dalla solita buona attività fisica, in quanto per colpa di un disordine genetico, dovranno necessariamente ricorrere alle statine, la classe di farmaci in grado di abbassare i livelli di colesterolo.

Nel passato tali farmaci si sono rivelati essere anche pericolosi per la salute, ma tutto per colpa di un eccessivo dosaggio nella formulazione di alcune confezioni di statine, situazione che ha portato anche ad alcuni decessi che all’epoca fecero non poco scalpore. Ora, con le nuove generazioni di statine e con una formulazione più attenta, il problema è risolto, per cui rischi per la salute di una certa pericolosità non se ne corrono più. In tutti i casi è pur sempre un farmaco, che comunque ha degli effetti collaterali, per cui dovrebbero farne uso solo coloro che effettivamente non ne possono fare a meno, e non chi invece potrebbe risolvere il problema con una dieta  attenta, rigorosa e con un altrettanto attendo stile di vita. Come al solito si dovrebbe ricorrere al buon senso, che è poi quello che alla fine fa la differenza, e questo vale un po’ per tutto nella vita.

CerealiI valori ottimali oltre cui non andare sono 200mg/dl, valori che possono variare anche leggermente da laboratorio a laboratorio a seconda del metodo utilizzato. Oltre questi limiti il rischio è elevato, non vi sono dubbi di sorta, rischio che non si evidenzia nell’immediato, ma che diventa veramente serio a lungo termine. Tuttavia, non si deve pensare che, avendo tempo, è possibile rimandare a dopo il controllo del colesterolo, anche perché una volta che la placca si è depositata lungo le pareti delle arterie, il danno è fatto, e questa non potrà scomparire, anzi si corre il rischio che, procurando delle lesioni alle pareti interne delle arterie,  determini la formazione di un trombo che, una volta entrato in circolo, rappresenterà una vera e propria mina vagante, pronta a colpire anche in maniera drammatica.

Per una corretta alimentazione  che possa far abbassare il colesterolo è necessario adottare una dieta che limiti drasticamente il consumo degli zuccheri semplici e grassi saturi, mettendo quindi quasi al bando  prodotti industriali, cereali raffinati, le bevande zuccherate e i cibi da fast food. Allo stesso modo è necessario limitare al massimo il consumo di carne, insaccati, formaggi grassi, condire tutto con olio extra vergine di oliva, evitando quindi tutti i condimenti di origine animale. Gli alimenti consigliati sono i cereali integrali, che aiutano a contrastare significativamente il colesterolo, la frutta secca, in particolare le noci ricche di omega3, consigliate anche nella dieta preventiva contro i problemi di origine vascolare.

Vanno benissimo, ovviamente, frutta e verdura che dovranno via via diventare le protagoniste della tavole, cercare di limitare al massimo l’utilizzo Nocidel sale che oltre tutto  è causa di ipertensione, ed utilizzare in alternativa le spezie, alcune delle quali eccellenti per contrastare il colesterolo, come il peperoncino, e che in tutti i casi fanno scoprire un universo di sapori sconosciuto. Prendere in considerazione tutti  gli alimenti vegetali ricchi di fitosteroli, come i germi di grano e i semi di sesamo, senza poi dimenticare che alla dieta è necessario associare un po’ di attività fisica.

Leggi anche

Seguici