Questo sito contribuisce
all'audience di

Come sbiancare i Denti ed avere un sorriso perfetto in 3 minuti

Esistono oggi degli sbiancatori luminosi che per mezzo di luci a led riescono a sbiancare in denti in men che non si dica.

di Daniele Lisi

19 Giugno 2014



Denti brillantiCome sbiancare i Denti ed avere un sorriso perfetto in 3 minuti. Naturalmente è possibile in un modo anche abbastanza facile e rapido, tuttavia quello che conta non è solo  sbiancare i denti, ma soprattutto avere una bocca e quindi una dentatura sana e perfettamente a posto. Il primo passo quindi è una corretta igiene orale, cosa di cui non ci si deve mani dimenticare, così sarà più facile avere un bel sorriso luminoso, qualcosa che aiuta a completare la bellezza del viso. Del resto, con i materiali e le tecniche attuali è facile avere una dentatura sana, cosa che invece era decisamente più difficile 50 anni fa, per esempio. Oggi, con gli spazzolini elettrici, il filo interdentale, i dentifrici sempre più efficaci e, soprattutto, con una maggior consapevolezza  dell’importanza dell’igiene dentale, avere un bel sorriso è facile. Eppure in alcune circostanze non è sempre facile avere sempre i denti puliti.

Le persone che per lavoro sono costrette a mangiare fuori casa, che si devono accontentare del classico panino in piedi al bar, non sono sempre nelle condizioni di potersi lavare i denti dopo mangiato, almeno ritengono che non sia possibile. Invece, basta organizzarsi, portare sempre con sé uno spazzolino e un dentifricio, e sicuramente una toilette dove lavarsi i denti la si troverà. Quando tutto manca, basta portare con sé una bottiglia di acqua naturale, e il gioco è fatto. Ma a parte queste considerazioni di ordine pratico, questi consigli su come sopperire alla mancanza del bagno di casa o dell’ufficio, è possibile sbiancare i denti con un semplice composto fatto in casa, visto che gli ingredienti necessari sono presenti in tutte le case o quasi, così da poter rendere il proprio sorriso ancor più affascinante.

LimoneEsistono oggi degli sbiancatori luminosi che per mezzo di luci a led riescono a sbiancare i denti in men che non si dica, tanto da renderli in alcuni casi addirittura abbaglianti e, probabilmente, anche innaturali, ma il rimedio fai da te è certamente quello meno dispendioso e se vogliamo anche più naturale, per cui varrebbe la pena  provarlo, anche perché non ha controindicazioni di sorta. Basta mettere in una ciotola un po’ di bicarbonato e alcune gocce di succo di  limone, ne bastano veramente poche, per dar luogo ad una reazione chimica che produrrà una sostanza molto spumosa. A questo punto è necessario continuare a rimescolare i due elementi fin quando la schiuma non sarà del tutto scomparsa lasciando il posto ad un liquido omogeneo e delicato.

Questo composto potrà essere applicato sui denti con un dito, con un po’ di cotone idrofilo, un cotton fioc o anche una piccola garza, massaggiando dolcemente per alcuni minuti, dopo di che è necessario lavare i denti altrimenti l’acido citrico presente nel limone potrebbe danneggiarne lo smalto. Si tratta di un rimedio, o meglio, di un piccolo trucco semplice ed efficace, e i risultati non tarderanno ad arrivare. Bastano un paio di applicazioni a settimana per avere ben presto un bel sorriso splendente, anche se non abbagliante. Ma ovviamente questo non può prescindere da una corretta ed attenta igiene orale, altrimenti sarebbe un po’ come nascondere la polvere sotto il tappeto.

A cosa serve un sorriso abbagliante se poi la dentatura non è perfetta, non è sana, priva di tartaro  e di carie? È necessario quindi ricordarsi di spazzolare Lavarsi i dentisempre regolarmente i denti dopo ciascun pasto, quindi non al risveglio, ma dopo aver fatto la prima colazione. La soluzione migliore, quella che garantisce i maggiori risultati, è l’utilizzo dello spazzolino elettrico che permette una pulizia a fondo di denti e del colletto, posto in cui più facilmente si forma il tartaro. È necessario poi ricorrere anche al filo interdentale, non tutte le volte che ci si lava i denti, ma almeno una volta al giorno, così da non dare il tempo al tartaro di formarsi e soprattutto di indurirsi, dopo di che per la sua rimozione ci si dovrà rivolgere necessariamente al dentista.

Leggi anche

Seguici