Questo sito contribuisce
all'audience di

 

7 cose che non sapevi (e non immaginavi) sul Cotton Fioc

Il Cotton Fioc, una volta utilizzato per la pulizia delle orecchie, si è evoluto e si è adattato a tante altre utilizzazioni.

di Daniele Lisi

12 Giugno 2014



Coton FiocIl Cotton Fioc, il piccolo bastoncino di plastica con le due estremità rivestire di cotone idrofilo, una volta ritenuto insostituibile accessorio per la pulizia delle orecchie, salvo poi scoprire che se utilizzato in malo modo, potrebbe addirittura provocare più danni che altro. E pensare che le mamme, giovani e meno giovani, inserivano il Cotton Fioc nella lista della spesa da fare, perché era un accessorio che non doveva mai mancare in casa, soprattutto poi in presenza di qualche figlio in tenera età. Eppure non ci si rendeva conto, del resto se non si sanno le cose non sempre è possibile intuirle, che il piccolo bastoncino, se utilizzato con troppa energia avrebbe potuto causare danni al timpano, fino a giungere alla perforazione dello stesso, guaio che solitamente si risistema da solo in poco tempo, ma che nei bambini piccoli, ma anche negli adolescenti, potrebbe essere ben più serio ed avere quindi anche conseguenze più a lungo termine.

Ormai il Cotton Fioc si utilizza solo per una delicata pulizia della prima parte del padiglione auricolare mentre, per una pulizia più profonda e soprattutto per rimuovere il cerume che inevitabilmente va a formarsi, si utilizzano degli spray igienizzanti che oltre tutto provvedono a sciogliere il cerume formatosi facendolo colare all’esterno. Ciò non vuol dire che il futuro del Cotton Fioc sia a rischio, anche perché nel frattempo si sono diffusi anche tanti altri utilizzi che, in un certo senso, lo preservano dall’estinzione, diciamo così. Ciascuno poi lo utilizza nei modi più disparati, ma alcuni sono ormai diventati praticamente normali, azioni che quasi non si potrebbero fare senza l’aiuto del piccolo bastoncino di plastica. Vediamo quali sono.

Sono praticamente tutti al femminile, nel senso che sono le donne ad utilizzare con maggior frequenza i Cotton Fioc, ovviamente per applicazioni ben diverse da quelle per le quali sono nati. Il primo, quello che non ti aspetti, quello che certamente gli uomini non conoscono, è con il profumo. Invece di portare la boccetta con sé, con il rischio che nella borsa possa aprirsi e quindi evaporare quasi del tutto in men che non si dica, basta spruzzare o comunque bagnare le due estremità di ovatta con il profumo, chiudendo poi i bastoncini in una busta di plastica per alimenti, dove il profumo resterà vivo per ore, e utilizzarlo per darsi una ritoccatina se necessario.

Per lo sbiancamento dei denti. Basta mescolare un po’ di bicarbonato di sodio, dentifricio e perossido di idrogeno (acqua ossigenata) per ottenere una pasta sbiancante che potrà essere applicata delicatamente su ciascun dente che poi andranno lavati con lo spazzolino dopo  un paio di minuti dall’applicazione. Bastano un paio di applicazioni a settimana, poi ovviamente tutto dipende dall’intensità di bianco desiderata, per ottenere  degli ottimi risultati.

Per ritoccare la ricrescita. In questo caso è la soluzione più rapida per eliminare al volo la differenza di colore dei capelli vicino alla radice, utilizzando un ombretto la cui tinta si adatti a quella desiderata.

Per ripassare le zone difficili in caso di utilizzo di un prodotto autoabbronzante. Si sa, che quando si ricorre e certi prodotti, alcune zone della pelle sono più difficili da trattare perché sede di piegature, piccole rughe, e altro, come ad esempio le nocche delle dita.  Con il Cotton Fioc è possibile fare piccoli ritocchi e anche e forse soprattutto eliminare delicatamente l’eccesso di prodotto.

TruccoSbloccare una cerniera lampo bloccata, situazione che potrebbe anche imprigionare lo sfortunato di turno, dandogli come unica via di fuga la necessità di danneggiare irreparabilmente il capo di abbigliamento. Invece, con un Cotton Fioc imbevuto in un po’ di bagno schiuma, è possibile strofinando la parte bloccata, liberarsi facilmente.

Un paio di scarpe di vernice danneggiate, soprattutto nei tacchi. Con il Cotton Fioc imbevuto di solvente per unghie è possibile rimettere le cose a posto.

Per rimuovere lo smalto nei punti difficili. Basta versare un po’ di acetone nel tappo della bottiglietta, immergervi  una estremità del Cotton Fioc, e procedere alla pulizia, delicatamente e con precisione.

Leggi anche

Seguici