Questo sito contribuisce
all'audience di

Quinoa è ricca di Vitamine, Antiossidanti e Magnesio. Conosci questa pianta erbacea?

La Quinoa è un cereale a tutti gli effetti, una pianta erbacea il cui nome scientifico è Chenopodium quinoa, con la quale, in cucina, è praticamente possibile fare di tutto.

di Daniele Lisi

11 Giugno 2014



QuinoaLa Quinoa, sono veramente in pochi a conoscerla, visto che oltre tutto non la si trova con estrema facilità sui banchi dei supermercati, complice anche il fatto che non è proprio un prodotto a Km zero, nel senso che il suo costo è più impegnativo rispetto ad altri prodotti simili. Già a volte è difficile trovare la curcuma, già più conosciuta, figuriamoci la Quinoa. Eppure, una volta provata, è considerata una vera scoperta, perché è versatile, ottima in cucina, ricca di tante buone proprietà che la fanno essere una vera amica della salute. La Quinoa è un cereale a tutti gli effetti, una pianta erbacea il cui nome scientifico è Chenopodium quinoa, con la quale, in cucina, è praticamente possibile fare di tutto. Inoltre è priva di glutine, per cui può essere assunta tranquillamente anche dai celiaci, caratteristica da non sottovalutare. Contiene tutti i 9 amminoacidi essenziali necessari all’organismo e, per la precisione, istidina, isoleucina, leucina, lisina, metionina, fenilalanina, e triptofano e, inoltre, il suo contenuto di proteine è superiore a quello del grano e del riso.

È inoltre una eccellente fonte di vitamina B2, vitamina C e vitamina E, ed è in grado di svolgere una azione protettiva nei confronti del sistema vascolare, e quindi anche del cuore, grazie anche al fatto di contrastare efficacemente i radicali liberi, i responsabili dell’invecchiamento cellulare. Ottimo nutriente non particolarmente calorico, visto che 100 grammi di prodotto apportano 372 calorie. Nei 100 grammi appena citati sono presenti 8,5 milligrammi di ferro, 11,49 grammi di proteine, 66 milligrammi di calcio e 71,2 grammi di carboidrati, in definitiva un alimento che si potrebbe definire completo. Infine la Quinoa è ricca di saponine che si ritiene siano in grado di favorire la guarigione delle lesioni epidermiche.

Quinoa ad insalataSi presta a preparazioni sia dolci che salate, e si raccomanda di sciacquarla prima della cottura in modo da liberarla dalle saponine così da evitare che i chicchi possano conservare un sapore amarognolo. Esistono 3 specie differenti di Quinoa, specie che si differenziano per il colore di chicchi, ovvero la rossa, la gialla e la nera, tutte parimenti utilizzabili in cucina. I chicchi di Quinoa vanno fatti cuocere in una pentola con una quantità di acqua pari al doppio del loro volume, cottura la cui durata può variare dai 10 ai 15 minuti, poi scolata, condita a piacere e aggiunta a verdure o a legumi. In cucina può anche essere macinata fino ad ottenere una farina finissima, totalmente priva di glutine, con cui realizzare le preparazioni più disparate, dal pane, alle frittelle, ai dolci.

Con i chicchi di Quinoa ci si può sbizzarrire nelle preparazioni più disparate, a partire da crocchette vegetali, burger dall’alto contenuto proteico, biscotti, in abbinamento a frutta secca o ancora come ripieno per peperoni, zucchine e tutto ciò che solitamente si realizza in cucina, e ancora possono essere aggiunti alle zuppe, non c’è che l’imbarazzo delle scelta, dando libero sfogo alla propria creatività e alla fantasia. Trovarla non è tanto semplice, anche perché ancora poco conosciuta ed utilizzata per cui, come vuole la legge di mercato,  è la domanda a governare il tutto per cui, se la richiesta è bassa e altrettanto ovvio che la disponibilità lo sarà altrettanto.

polpettine di quinoaNei supermercati  tuttavia è possibile anche riuscire a trovarla, non in tutti ovviamente, e solitamente la si trova in sacchetti trasparenti da 250 o 500 grammi, solitamente accanto alle confezioni di cereali, oppure nei negozi che vendono prodotti biologici e alimentazione naturale, nelle erboristerie e altri negozi simili, e questo inevitabilmente contribuisce a far salire i prezzi, proprio per  la bassa richiesta da parte dei consumatori che, in  maggioranza, ancora non la conoscono.

Leggi anche

Seguici