Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dove trovare le Vitamine B, toccasana per stanchezza e dolori muscolari

Stanchezza e dolori muscolari? Vitamine B una soluzione adatta per indolenzimento e stress. Ecco dove trovarla nell'alimentazione quotidiana

di Redazione

08 Giugno 2014



Le vitamine del gruppo B sono indispensabili per il corretto funzionamento del sistema nervoso e per altre funzioni vitali, quali il metabolismo dei grassi, ma intervengono anche nell’assorbimento delle proteine e nella salute del fegato.

Le vitamine del gruppo B contrastano la stanchezza, l‘astenia e i dolori muscolari . Si tratta di un gruppo di vitamine termolabili, ossia che teme la temperatura e quindi la cottura; ciò spiega perchè la carenza di queste sostanze sia così diffusa.

Gli alimenti maggiormente ricchi di vitamine del gruppo B sono: il lievito di birra, le frattaglie, i cerali integrali, i legumi e la frutta secca. Esse sono reperibili anche nella carne,nelle uova, nel latte e nel pesce. Per assicurarsi il giusto apporto è necessario variare i cibi, preferendo quelli freschi e non tratti; infatti, alcune di queste vitamine sono quasi assenti nei prodotti conservati, per esempio quelli in lattina.

La vitamina B2 aiuta a prevenire le dolorose afte della bocca e le spaccature sulla labbra; possiamo fare il pieno consumando uova, fegato, frutta secca e crucifere.

L‘acido folico è necessario non soltanto per le donne in gravidanza ma anche per contrastare alcune forme di anemia; possiamo reperirlo nei legumi, nelle bietole ma anche nella carne. Invece per combattere l’indolenzimento muscolare e la stanchezza, è bene consumare la frutta secca, i cereali integrali ed il lievito di birra che si trova anche in pratiche compresse. La vitamina che si occupa del metabolismo delle proteine e dei grassi è la B6 che abbonda nelle verdure a foglia verde, come gli spinaci, nel fegato e nelle uova.

La carenza delle vitamine del gruppo B può anche essere determinata dall’assunzione di particolari farmaci o da alcune condizioni patologiche dovute a specifiche infezioni. Nei casi di carenza acuta, il medico dopo aver effettuato le analisi del sangue può prescrivere l’assunzione di integratori alimentari che non possono però sostituire una dieta sana ed equilibrata.

Leggi anche

Seguici