Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Troppi rapporti intimi accorciano la vita, due studi attendibili ne spiegano il motivo

Secondo alcune ricerche fare troppo sesso provocherebbe un invecchiamento precoce, mentre in caso di sesso meno frequente sarebbero alcune cellule fondamentali dell’organismo ad andare incontro ad un deperimento precoce.

di Daniele Lisi

06 Giugno 2014



A lettoTroppi rapporti intimi accorciano la vita, due studi attendibili, uno della Standard University  in California e l’altro dell’Università del Michigan, ne  spiegano il motivo, anche se non entrano più di tanto nello specifico. Secondo  gli studi in questione, fare troppo sesso provocherebbe un invecchiamento precoce,  mentre in caso di sesso  meno frequente sarebbero alcune cellule fondamentali dell’organismo ad andare incontro ad un deperimento precoce. Insomma, trovare il giusto equilibrio in tutte le cose è sempre difficile, anche se come del resto recita i vecchio detto, la virtù è nel mezzo. In definitiva gli studi appena citati non indicano quale possa essere questa via di mezzo, non danno una indicazione precisa su quante volte al mese, ma lasciano alla discrezione personale la decisione.

Studi del genere, alla fine, si potrebbe tranquillamente dire che lasciano il tempo che trovano, anche perché entrano in gioco talmente tante variabili che una corretta disamina del problema è praticamente impossibile.  Le variabili in questione potrebbero essere  il sesso, l’età, lo stato di salute, le caratteristiche genetiche, la razza, l’alimentazione e tanto altro ancora, per cui è del tutto evidente che  alla fine è come parlare di qualcosa di indefinito, di astratto, che di fatto non è quantificabile. Anche perché, chiunque legga una notizia del genere, a parte le considerazioni personali e le certezze che potrebbero derivare da esperienze vissute direttamente o per interposta persona, cerca anche una risposta certa, definitiva, facilmente comprensibile.

A lettoIn sostanza, è come se il medico prescrivesse al paziente un farmaco omettendo la posologia e, semmai, indicando che va assunto  né troppo e, ovviamente, né troppo poco, lasciando quindi il paziente stesso nella più assoluta incertezza o confusione, quasi libero di intrepretare la cosa come più gli aggrada. Del resto è noto che la maggior parte di queste ricerche che si potrebbero definire bizzarre, vengono effettuate per aggiudicarsi delle sovvenzioni, in quanto soprattutto negli USA la maggior parte di esse sono finanziate, e sono quindi indispensabili alle università e agli stessi ospedali per reperire dei fondi freschi, che vengono poi in parte reinvestiti nelle normali attività gestionali. Ecco quindi il proliferare di ricerche, di studi  epidemiologici, alcuni certamente eccellenti o anche solo interessanti, altri semplicemente originali, curiosi, bizzarri, che vanno presi quindi per quello che sono.

Allora, potrebbe dire qualche lettore, che ne parliamo a fare? In fondo non gli si potrebbe dare torto, tuttavia è pur sempre una notizia che, nel bene o nel male, potrebbe in tutti i casi suscitare l’interesse di qualcuno, per cui tanto vale riportarla. Resta poi al lettore se prenderla sul serio, se considerarla attendibile o interessante, o  se considerarla soltanto una curiosità e nulla più. In tutti i casi va detto che, come per tutte le cose della vita, sia per quanto riguarda i comportamenti che l’alimentazione, sia per lo stile di vita e sia anche per i rapporti intimi, la soluzione migliore sarebbe quella di affidarsi al buon senso, solo che in molti casi questo non è altro che un optional, di quelli di lusso, di cui  in molti sono del tutto sprovvisti.

Come comportarsi allora? Seguire quello che detta il cuore, oltre al  già citato buon senso, perché così si è quasi sicuri di non sbagliare, perché quando c’è di A lettomezzo il cuore, il sentimento, solitamente il sesso non è che passi in secondo piano, ma probabilmente diventa meno importante, meno ossessivo, meno protagonista. Il cuore solitamente dà più importanza al rapporto nel suo complesso, alle attenzioni, alla felicità del partner che si ottiene non solo a letto, ma anche e forse in particolar modo  con le tante piccole azioni quotidiane, forse anche quasi insignificanti, ma che invece in moltissimi casi assumono una importanza rilevante.

Leggi anche

Seguici