Questo sito contribuisce
all'audience di

Osteoporosi come prevenirla ed affrontarla

Osteoporosi la paura di tante donne ecco come prevenirla ed affrontarla al meglio

di Redazione

02 Giugno 2014



L‘osteoporosi è una condizione piuttosto diffusa che riguarda soprattutto, ma non soltanto, le donne. Spesso la malattia è già conclamata ma il paziente non sa di esserne affetto perchè non si è sottoposto alla MOC, ossia la mineralometria ossea computerizzata che viene effettuata sulle vertebre e sui femori.

Prima di arrivare alla vera e propria osteoporosi le ossa passano attraverso l’osteopenia cioè  la densità dell’osso interessato è ridotta rispetto ai valori considerati normali. A determinare l’insorgere dell’osteoporosi nelle donne, oltre l’arrivo della menopausa, sono determinanti anche problemi ormonali, l’utilizzo di alcune categorie di farmaci e altre patologie particolari. Inoltre le nostre ossa temono l‘abuso di alcune sostanze come l’alcol, il caffè ed il fumo; da evitare anche un eccesso di peso corporeo e tutte le diete squilibrate.

L’osteoporosi rende  le ossa  estremamente fragili, fattore che aumenta la possibilità, piuttosto frequente, di fratture in particolare al polso e alle vertebre. Questa patologia difficilmente dà dei sintomi chiari ed individuabili anche se può capitare che i pazienti accusino dolori a carico, per esempio, della schiena.

Per contrastare l’osteoporosi è necessario che fin dalla più tenera età si segua uno stile di vita sano e attivo che preveda una dieta ricca di calcio, movimento e un corretto apporto di vitamina D. Il calcio è una sostanza che si trova in vari alimenti, a partire dal latte e dai suoi derivati; è presente anche nei legumi, in particolare lenticchie e ceci e nella frutta secca come nelle mandorle. Il calcio si trova anche nella verdura a foglie verde: bietole e spinaci. Questo prezioso nutriente per le nostre ossa si reperisce anche nel pesce e nell’acqua, in particolare in quelle calciche, cioè ricche di calcio.

Per evitare che il calcio vada eliminato, è opportuno non eccedere con l’utilizzo del sale, dei salumi e della carne; ecco perchè è importante seguire un’alimentazione variata nella quale le proteine derivino sia dalla carni che dal pesce. Per la salute delle ossa, è necessario introdurre vitamina K che si trova in verdure a foglie verde ma anche nelle crucifere.

Di fondamentale importanza, l‘attività fisica che deve essere diversificata in base alle età e alle esigenze; inoltre, quando l’osteoporosi è già conclamata, è opportuno seguire le prescrizioni mediche evitando sport dove vi sia il pericolo di cadute. Ottime attività sono la cyclette, le camminate a passo svelto ed il nuoto.

Il movimento favorisce il benessere dello scheletro e dell’apparato muscolare e questi benefici si protraggono negli anni infatti, gli studi hanno evidenziato che chi ha praticato sport è, mediamente, più sano di chi ha condotto una vita sedentaria.

Per prevenire l’indebolimento delle ossa, bisogna fare il pieno di vitamina D esponendosi, in maniera non eccessiva e soprattutto dopo aver preso tutte le precauzioni, ai raggi solari. Questa vitamina è presente anche in alcuni cibi, fra i quali il burro e le uova.

L’osteoporosi, una volta accertata, attraverso le varie analisi, viene affrontata con l’ausilio di integratori di calcio che devono essere prescritti soltanto da un medico.

 

Leggi anche

Seguici