Questo sito contribuisce
all'audience di

 

Dimagrire correndo, le regole da seguire per Perdere Peso

La corsa, lo jogging, ma anche la camminata veloce per chi non è in condizione di correre, è l’attività fisica principe per perdere peso.

di Daniele Lisi

30 Maggio 2014



CorrereDimagrire correndo, certamente possibile, anzi il metodo migliore, assieme ad una corretta alimentazione, per eliminare i chili di troppo che si sono accumulati durante l’inverno, complici anche le festività.  Ovviamente sempre che si tratti di una condizione di sovrappeso, perché altrimenti l’impresa sarebbe praticamente impossibile, ma in tutti i casi, per riuscire a ritrovare quella forma fisica smarrita durante la brutta stagione, è necessario anche  che l’attività fisica sia fatta seguendo delle regole fondamentali, altrimenti si rischia di non vedere coronati i propri sforzi. La corsa, lo jogging, ma anche la camminata veloce per chi non è in condizione, per un qualsiasi motivo, di correre, è l’attività fisica principe per perdere peso. Si tratta, come ormai tutti sanno, di un allenamento di tipo aerobico che stimola il metabolismo ed è noto che un metabolismo più vivace brucia più calorie. Inoltre tonifica tutta la muscolatura, cuore compreso, che non potrà che trarre dei notevoli vantaggi da questo tipo di attività.

Inoltre, aiuta a regolarizzare i livelli di colesterolo, la pressione sanguigna,  aiuta a regolarizzare l’attività intestinale, previene il  diabete, insomma si tratta di un vero toccasana per la salute, di fatto allunga la vita. Senza poi considerare che stimola la produzione di endorfine, le molecole del  buonumore, per cui contribuisce significativamente ad eliminare lo stress. Del resto, anche senza correre, basta una bella e lunga passeggiata per far sentire chiunque in pace con se stesso e con il mondo intero. Ma come praticare la corsa? Non basta munirsi di scarpette adatte e partire all’avventura in quanto, prima di ogni altra cosa, è necessario rivolgersi al proprio medico per sapere se lo jogging è compatibile con il proprio stato di salute, se questa attività fisica potrebbe riservare delle brutte sorprese.

DimagrireUna volta accertata l’idoneità e avuto, quindi, il beneplacito del medico, è possibile dedicare almeno 150 minuti a settimana a questa attività, questa è infatti la soglia minima da rispettare, ma ciò non significa che non si possa aumentare il tempo de dedicare alla corsa. Per chi l’affronta per la prima volta è, ovviamente, necessario procedere per gradi, come del resto suggerisce il buon senso. Considerando che l’allenamento andrebbe praticato almeno 5-6 giorni a settimana, ciò vuol dire che la quota giornaliera è di 30 minuti almeno, tuttavia all’inizio il tempo sarà necessariamente inferiore, perché altrimenti ci si stancherebbe subito e si abbandonerebbe l’esercizio definitivamente. Quindi si comincia con 15 minuti al giorno e poi si aumenta progressivamente di 5 minuti a settimana, fino a raggiungere il limite minimo che, come detto in precedenza, può essere all’occorrenza tranquillamente anche aumentato.

Altra regola da rispettare è quella di non procedere sempre con un’andatura regolare, ma è necessario alternare ad essa alcuni scatti di qualche minuto, dopo di che si rallenta, senza mai fermarsi, per riprendere fiato. Inoltre, sarebbe consigliabile anche percorrere alcuni tratti in salita, vanno bene anche le scale,  quindi alternare fasi più intense ad altre di relax, ma senza mai fermarsi. Non è consentito sedersi sulla panchina del parco per riprendere fiato, lo stesso si può fare rallentando sensibilmente l’andatura, ma sempre senza mai fermarsi. Inoltre. È altrettanto consigliabile scegliere un percorso ameno, lontano dalle fonti di inquinamento dovute al traffico cittadino, possibilmente cambiando anche percorso, così da rilassarsi il più possibile.

Correre in compagniaSarebbe consigliabile anche, dopo aver  fatto la parte più cospicua dell’allenamento quotidiano, fare un po’ di stretching, per poi terminare con l’ultima sezione di corsa. Così facendo è possibile recuperare una forma fisica molto più che accettabile, senza tuttavia dimenticare che è necessario adattare il regime alimentare alle esigenze del momento, eliminando quindi tutti quegli alimenti che sono sicuramente i principali responsabili dell’aumento di peso.

Leggi anche

Seguici