Questo sito contribuisce
all'audience di

Le diete low carb per dimagrire velocemente

La dieta low carb, senza carboidrati e con un ottimo apporto di proteine può essere la soluzione ideale per te

di Redazione

28 Maggio 2014



Le diete low carb, ossia a basso contenuto di carboidrati, sono fra le più seguite al mondo; fra quelle più conosciute rientrano la Atkins e la Protein power. Le diete low carb sono state messe a punto negli Usa per cercare di fornire un regime alimentare che potesse frenare la tendenza al sovrappeso. Oggi, sulla loro validità la discussione è ancora aperta infatti, molti studiosi affermano che si tratti di regimi alimentari che possono favorire la riduzione della massa muscolare e portare ad un aumento dei corpi chetonici; di contro, viene evidenziata la loro efficacia e l’estrema facilità nel seguirle.

Le diete a basso contenuto di carboidrati prevedono differenti quantità di carboidrati ma, nella maggioranza dei casi, il valore massimo è pari a 30 grammi al giorno. Ciò significa che bisogna eliminare la pasta, la pizza, i prodotti che contengono farina, alcune varietà di frutta ma anche lo zucchero e le bevande che lo contengono. E’ concesso consumare piccole porzioni di cereali integrali, mentre non vi sono problemi per la verdura, la frutta, il pesce e le carni; vanno bene anche le uova ed alcune varietà di latticini.

Questo tipo di alimentazione, grazie alla buona quantità di proteine, è saziante e quindi aiuta non cadere vittima di attacchi di fame improvvisi. Inoltre, sono regime ipocalorici facili da gestire, variati e che non prevedono l’introduzioni di cibi particolarmente costosi.

Seguire questo regime insegna anche ad individuare alcuni cibi insospettabili che però contengono zucchero aggiunto, basti pensare ai piselli in scatola, ad alcune salse o ai sughi pronti.

Uno degli aspetti che ha determinato maggiormente il successo delle diete low carb è la quantità di peso perso; si inizia a dimagrire da subito raggiungendo buoni risultati in poco tempo. Una volta raggiunto l’obiettivo è necessario continuare a seguire una dieta di mantenimento nella quale la percentuale di carboidrati è maggiore ma distribuita all’interno di un solo pasto.

Come in tutti regimi ipocalorici viene consigliato di porre particolare attenzione all’idratazione, bevendo acqua naturale e tisane non zuccherate. L’acqua, oltre che a favorire il transito intestinale, è fondamentale per saziare senza apportare calorie aiutando a mangiare di meno.

La dieta low carb esclude tutti i tipi carboidrati, compresi quelli semplici.

Questo regime alimentare alla lunga riesce ad incidere sul senso dell’appetito riducendolo; concorrono a questo effetto anche le proteine che favoriscono la perdita dello stimolo della fame.Infatti, le diete a basso contenuto di carboidrati sono annoverate fra quelle più facili da seguire perchè si ha una tendenze molto bassa a sgarrare, introducendo alimenti non concessi. Questo perchè sia le proteine che i grassi riescono a provocare una buona sazietà per lungo tempo, evitando quindi i cali di zucchero ed il senso di astenia.

Un effetto negativo sottolineato da molti esperti è che vengono intaccate le riserve di glicogeno e che la perdita di peso è, spesso, molto troppo veloce. Inoltre, come accade anche per altre diete, dopo aver raggiunto il peso forma è importante non riprendere completamente le vecchie abitudini, per non incorrere nel rischio di ingrassare nuovamente.

Leggi anche

Seguici