Questo sito contribuisce
all'audience di

La curcuma, la spezia che protegge dall’invecchiamento e dai tumori

La curcuma contro tumori ed invecchiamento, una potenza della natura

di Redazione

16 Maggio 2014



La curcuma, conosciuta anche come zafferano dell’India, è una pianta a rizoma tipica dell’Asia ma presente anche in altri territori. La spezia viene estratta da una specie particolare, la curcuma longa coltivata in maniera particolare, in India.

Il tubero, una volta essiccato, viene triturato ricavandone la polvere dorata che si trova in commercio e che viene utilizzata come colorante alimentare per vari cibi, come ad esempio gli yogurt.

La curcuma si presenta con un colore arancione carico e da sempre è stata utilizzata come medicamento; nella medicina ayurvedica è largamente impiegata per risolvere stati infiammatori, per abbassare il colesterolo e per risolvere problemi di meteorismo e cattiva digestione. In India l’impiego di questa spezia risale a circa 5mila anni fa e secondo alcuni studi proprio il suo consumo cospicuo spiegherebbe la bassa percentuale di casi di cancro e di altre malattie croniche e degenerative.

La curcuma è ricca di proprietà benefiche ed è stata oggetto di numerosi studi dai quali è emerso il suo contributo anche per la prevenzione di alcune forme tumorali, soprattutto quelle a carico dell’intestino, della pelle e del seno. Inoltre, la sua assunzione regolare contribuisce a contrastare le infiammazioni, a tenere lontano alcune patologie degenerative come quelle a carico dell’apparato cognitivo.

Lo zafferano dell’India è ideale per tenere sotto controllo il colesterolo nel sangue, per mantenere in salute il fegato e per migliorare la digestione. La sua capacità colagoga  è in grado di prevenire gonfiori e flatulenza. Questa spezia è indicata anche per la cura della pelle, soprattutto per facilitare la cicatrizzazione delle ferite evitando le infezioni ma anche come coadiuvante nel trattamento di altre patologie a carico della cute.

La curcumina è utile per prevenire l’invecchiamento e per sconfiggere l’azione dei radicali liberi, essa interviene rinnovando i tessuti, compresi quelli già danneggiati. La curcuma è antibatterica, regolarizza la pressione arteriosa, contrasta alcune forme di artrite e riesce a stabilizzare i valori di glicemia nel sangue. E’ un antitrombotico naturale, un buon antisettico e favorisce la risposta immunitaria. Lo zafferano d’India contiene anche preziosa vitamina C e contribuisce a prevenire le patologie a carico dell’apparato cardiocircolatorie.

Impiegata anche in campo estetico contiene un olio molto versatile e prezioso e perchè ha un forte potere colorante. In cucina è una spezia molto utilizzata e costituisce la base di numerose salse e del famoso curry.

La curcuma si trova in commercio con assoluta facilità; si può acquistare sia sotto forma di polvere che di pastiglie. Può essere impiegata sia in preparazioni dolci e salate come per esempio nel riso, nelle minestre ma anche nelle macedonie o nel latte perchè conferisce colore e sapore. Si mantiene a lungo le qualità ma è fondamentale conservarla in barattoli di vetro a chiusura ermetica da tenere al riparo dall’umidità e dalla luce solare. E’ consigliabile non superare i due cucchiaini al giorno; invece, per quanto riguarda le pastiglie è necessario attenersi alle indicazioni del produttore.

Questa spezia non deve essere utilizzata da coloro che soffrono di particolari patologie, di allergie o dalle donne in gravidanza; inoltre non può essere assunta in sostituzione delle terapie farmacologiche.

Leggi anche

Seguici