Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 motivi validi per cui Essere Single rende più Sani

Single si può essere per scelta o per circostanza, condizione che, in tutti i casi, è apprezzata da molti.

di Daniele Lisi

24 Aprile 2014



SingleEssere Single rende più sani? Sembrerebbe di si, almeno a voler credere ad alcune ricerche fatte un po’ ovunque.  I motivi sono diversi, ma ogni single potrà valutare se i risultati sono l’esatto spaccato della realtà, o se invece si tratta di condizioni  un po’ particolari, partendo dalle esperienze personali che sicuramente hanno lo stesso valore delle conclusioni cui sono giunte le ricerche sull’argomento. Ovviamente, ciascuno avrà una storia differente, vivrà la sua condizione di single in maniera del tutto perdonale, come del resto è normale che sia, tuttavia alcune motivazioni che sono state evidenziate nelle ricerche citate, potranno essere condivise da più persone.  Single si può essere per scelta o perché una serie di circostanze possono  aver determinato questo stato di cose, questa condizione che, in tutti i casi, è una condizione che molti apprezzano. Ma vediamo assieme quali sono i motivi per cui essere single è un fatto positivo.

Secondo una ricerca inglese, uno dei motivi principali è la dieta, o meglio, il fatto che da single si riesce più facilmente a mantenere sotto controllo il peso corporeo.  Il 62% delle persone che invece vivono in coppia, vuoi perché sposati o perché conviventi, tendono irrimediabilmente ad ingrassare perché curano meno l’alimentazione.  Quali le motivazioni? Non è chiarito dalla ricerca in questione, tuttavia si potrebbe ipotizzare che un rapporto consolidato metta in secondo piano la forma fisica. Ormai il compagno/compagna lo si ha, quindi per quale motivo si dovrebbero fare dei sacrifici alimentari? Se così fosse, sarebbe alquanto triste, perché sarebbe venuto a mancare il rispetto e la cura per se stessi.

SingleSempre secondo la stessa ricerca, le persone single avrebbero meno problemi legati all’alcool, anche se questo lascia un po’ perplessi. Essere single fa bere di meno, si ha maggior rispetto per se stessi, si cura di più la propria persona e lo stato di salute perché si ha la consapevolezza che un qualsiasi acciacco poi andrebbe affrontato in solitudine, senza una persona di supporto, a meno di non potere contare su qualche altro familiare. È altrettanto vero, però, che spesso le persone sole trovano conforto nel bicchiere di vino, ma questo vale più per i derelitti piuttosto che per chi è single per scelta.

Si dorme meglio. Secondo un sondaggio del Better Sleep Council, dormire da soli consente un riposo migliore, si può contare su di una qualità del sonno superiore, perché non si è costretti a condividere il letto con un’altra persona  che potrebbe in qualche modo condizionare il sonno.  Avere il letto tutto per sé è senza dubbio più confortevole. Per le coppie consolidate dover dividere lo spazio è, in molti casi, motivo di disagio, non perché non si apprezzi la vicinanza del partner, ma non se ne sopporta l’invadenza. Un conto è dormire comodi, altro conto è essere costretti a dormire con qualcuno  che invade lo spazio o, peggio, che russa come un mantice.

Si hanno più soldi a diposizione, è questo è evidente, perché si affrontano Singleminori spese e quindi si può gestire il proprio portafoglio senza dover rendere conto a un’altra persona. Il single ha meno spese e quindi non deve dividere le sue finanze con nessuno, le può gestire a suo piacimento e, quindi, può anche dedicare più risorse economiche alla cura della sua persona. Del resto, quasi sempre la salute è strettamente legata alle risorse economiche, al fatto di poter avere delle diponibilità economiche per potersi curare.

Meno stress, e molti single su questo non potranno che essere d’accordo. Meno occasioni di litigio, meno compromessi, assenza praticamente totale di momenti di tensione. Si può gestire la propria esistenza senza dover dar conto a nessuno e, per molti, questo è qualcosa di impagabile.

Leggi anche

Seguici