Questo sito contribuisce
all'audience di

 

5 rimpianti più Grandi in punto di Morte

In punto di morte ci sono rimpianti? Tutti lo dicono tutti lo pensano, vediamo quali

di Redazione

20 Aprile 2014



Quando si intuisce che è giunto il momento di lasciare questo mondo non si può evitare di ripercorrere le fasi principali della propria esistenza. In punto di morte spesso ci si cruccia per le opportunità perse, gli errori e le porte mai aperte.

Sui rimpianti in punto di morte più frequenti e che in genere accomunano uomini e donne è stato svolto uno studio sul campo da Bronnie Ware, un’infermiera che ha assistito malati terminali. Nel suo blog ha pubblicato quelli più diffusi e frequenti che, in parte, corrispondono a quelli individuati da” Infographic Design Team”.

I 5 rimpianti più grandi in punto di morte sono:

1 Troppo lavoro. Sono in tanti a pentirsi di aver trascorso troppe ore lontani da casa e dagli affetti a causa del lavoro; infatti, quando la propria occupazione porta via gran parte della giornata, non si è in grado di godersi, a pieno, le piccole gioie quotidiane come il giocare con i bambini o leggere un buon libro.

2 Felicità. Per molti sembra irraggiungibile mentre dovrebbe essere uno dei principali obiettivi della vita. Raggiungere uno stato di benessere è possibile per tutti anche se molti si sono bloccati dalla paura e dall’ansia di ritrovarsi davanti a situazioni nuove.

3 Sentimenti. Non esser risusciti ad esprimere le proprie emozioni ed i propri sentimenti è uno dei rimpianti più diffusi. Sarebbe opportuno imparare ad esternare ciò che si prova, lasciandosi andare a parole e gesti d’affetto.

4 Sogni. In punto di morte si riflette sui propri sogni, su quelli falliti e su quelli raggiunti. Purtroppo, nella maggioranza dei casi, quelli esauditi sono molto pochi e questo causa amarezza e tristezza invece bisognerebbe avere il coraggio di realizzare i propri desideri indipendentemente dal giudizio altrui.

5 Orgoglio. E’ questo il sentimento che ci impedisce di chiedere scusa o di dimenticare torti e malumori. Sarebbe meglio invece, dimenticare i contrasti e cercare l’accordo per una vita migliore e meno influenzata da sentimenti negativi.

Leggi anche

Seguici