Questo sito contribuisce
all'audience di

Cellulite, avete verificato questa possibile causa?

Alla base della cellulite vi è un disturbo microcircolatorio che dipende da diverse concause, per cui è necessario adottare una dieta adatta.

di Daniele Lisi

16 Aprile 2014



CelluliteCellulite, tante le cause che la possono far comparire, alcune note, altre cui generalmente non si pensa come, ad esempio, la mancanza di attività fisica, in sostanza la vita sedentaria. Questa è una causa che va invece presa seriamente in considerazione, in quanto l’attività fisica vale, il più delle volte, quasi quanto tutti i consigli che si leggono un po’ in giro. Infatti, l’attività fisica stimola il microcircolo e ossida i grassi, oltre naturalmente a mantenere il peso corporeo sotto controllo e ad assicurare tanti altri benefici all’organismo. Ne consegue che l’attività fisica non dovrebbe mai mancare, attività di tipo aerobico o cardiovascolare, che oltre tutto non richiede un impegno particolare, se non una mezz’oretta da dedicare tutti i giorni e, inoltre, non richiede nemmeno un particolare impegno economico, fatta eccezione per un paio di scarpette adatte.

Già da sola, quindi, questo tipo di attività fisica (corsa, jogging, camminata veloce, cyclette) basta in genere a contrastare efficacemente la cellulite, tuttavia è possibile anche affrontarla in altro modo, ovvero con la giusta alimentazione e ricorrendo a massaggi, saune e bagni turchi. Infatti, un regime alimentare troppo ricco di grassi animali, dolci, alcolici e, d’altra parte, povera di fibre e di sostanze antiossidanti come le vitamine A, C, E rappresenta un elemento in grado di squilibrare il normale metabolismo, per cui si rende necessario intervenire seriamente sulla dieta, eliminando o limitando al massimo alcuni alimenti, e ricorrendo ad altri che possono contribuire in maniera efficace a risolvere il problema o, quanto meno, a prevenirlo.

CarciofiAlla base della cellulite vi è un disturbo microcircolatorio che dipende da diverse concause, per cui è necessario adottare una  dieta che sia in grado di limitare drasticamente questo disturbo ed è quindi necessario fare qualche piccola rinuncia alimentare, senza la quale ben difficilmente si potrà avere ragione del problema. Ovviamente, è necessario intervenire sin dai primi segnali, prima quindi che la cellulite diventi in un certo senso ingestibile, perché altrimenti ben difficilmente si potranno rimettere le cose a posto. La prima cosa da fare è quella di ridurre drasticamente il consumo del sale, causa della ritenzione idrica per il suo alto contenuto di sodio. In alternativa è possibile ricorrere al sale rosa dell’Himalaya, dalle tante altre buone proprietà, il cui unico difetto è quello di costare ben più del sale marino.

Sconsigliati sono anche gli alimenti grigliati, le fritture,  carne in generale, formaggi grassi, superalcolici e insaccati. Bisognerà farsene una ragione, e cercare di evitare il più possibile questi alimenti anche se, oggettivamente, per alcuni  si tratterà di fare un sacrificio non di poco conto. Di contro, vi sono alcuni alimenti che invece sono dei veri e propri alleati nella lotta alla cellulite, e questi dovrebbero trovare più spesso posto in tavola. Innanzi tutto le arance che apportano una gran quantità di vitamina C e vitamina A, entrambe essenziali per combattere e contrastare le infiammazioni croniche, visto che la cellulite è in buona misura anche una condizione infiammatoria.

Il carciofo che aiuta a decongestionare il fegato e quindi favorisce l’eliminazione delle sostanze irritanti. La cipolla, che oltre ad essere buona Bereanche se non per tutti,  è eccellente per il suo effetto diuretico e depurativo. La crusca, che si trova per lo più nei cereali integrali, particolarmente ricca di fibre, aiuta a regolarizzare la funzionalità dell’intestino contribuendo quindi in modo significativo ad una corretta e pronta eliminazione delle tante scorie intestinali. Le alghe che aiutano ad attivare egregiamente tutte le funzioni organiche. Naturalmente, poi, è necessario bere molta acqua, almeno un paio di litri al giorno, in modo da favorire la diuresi e limitare al tempo stesso la ritenzione idrica, una delle principali concause della cellulite.

Leggi anche

Seguici